Marco Craviolatti è un attivista sociale e sindacale. Impegnato da anni nella scrittura e nella comunicazione legata al mondo del lavoro, oggi è presidente dell’Associazione Etica & Lavoro Pasquale Tavano. Ha di recente pubblicato per Ediesse il libro “E la borsa e la vita. Distribuire e ridurre il tempo di lavoro: orizzonte di giustizia e benessere.


Andrea Degrandi, 50 anni, vive a Torino e insegna Italiano e Storia presso il Liceo Economico Sociale “Domenico Berti”, dove svolge la funzione di responsabile delle attività di orientamento post-diploma.

Ha avuto incarichi per l’insegnamento di Storia Medievale presso l’Università di Torino e presso la S.I.S. Piemonte, ha partecipato come relatore a numerosi convegni e ha pubblicato articoli e saggi di carattere storico, tra cui Problemi di percezione e rappresentazione del gioco d’azzardo (1993), Artigiani nel Vercellese dei secoli XII e XIII (1996), L’origine dei cognomi (1999). Ha tradotto per Liguori saggi dello storico Hagen Keller dal Tedesco


Andrea Malabaila è nato a Torino nel 1977. Sì è laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Torino nel 2002.

Ha pubblicato i romanzi “Quelli di Goldrake” (Di Salvo, 2000), “Bambole cattive a Green Park” (Marsilio, 2003), “L’amore ci farà a pezzi” (Azimut, 2009), “Revolver” (BookSalad, 2013), “La parte sbagliata del paradiso” (Fernandel, 2014), la raccolta di racconti “Chi ha ucciso Bambi” (Historica, 2011), i racconti lunghi “Torino è un riccio” (Historica, 2012) e “Latte chimico” (Il Foglio, 2013), e decine di racconti in antologie e riviste.

Ha collaborato con vari giornali, tra cui “TorinoSette – La Stampa”, con l’Osservatorio Letterario Giovanile della Città di Torino e tenuto corsi di scrittura creativa nelle scuole superiori, nelle Biblioteche Civiche Torinesi e alla Sartoria Creativa. Attualmente è uno degli insegnanti di Scrittura Creativa alla Scuola Internazionale di Comics (il corso partirà a gennaio 2015).

Nel 2007 ha fondato la casa editrice Las Vegas edizioni, di cui è direttore editoriale.


Mariella Ottino insegna Lettere in una Scuola Media.

La sua grande attenzione per il mondo dell’infanzia l’ha portata a pubblicare in più di vent’anni di attività una trentina di romanzi per bambini e ragazzi, la maggior parte dei quali con Paravia-Bruno Mondadori-Pearson.

I libri di Mariella Ottino, scritti in collaborazione con Silvio Conte, hanno trame avvincenti, spesso tinte di giallo e di mistero. I personaggi, quasi sempre ragazzi, sono molto amati dai giovani lettori che in essi si riconoscono, tanto da crederli persone in carne e ossa, come testimoniano le numerose lettere che l’autrice riceve.

Ha collaborato con moltissime scuole in tutta Italia. Ha partecipato a progetti legati alla lettura delle biblioteche di Partinico (PA), Cremona, Cesena, Aosta e di molte altre città italiane. I suoi interventi riguardano il mestiere dello scrittore per ragazzi, le caratteristiche della scrittura rivolta agli adolescenti e ai bambini. Ha tenuto interventi sul ruolo della lettura nella crescita della personalità del bambino e dell’adolescente, corsi di aggiornamento per insegnanti sulla lettura per ragazzi, rubriche sulla letteratura giovanile su settimanali locali.

I romanzi di Ottino-Conte si sono fatti notare in molti premi letterari nazionali per ragazzi: hanno vinto il prestigioso premio internazionale Cento (2001), il premio Lunigiana (1998), quello di Magliano in Toscana (2004), quello del Consorzio Bibliotecario della Valtenesi (1992), quello di Polpenazze sul Garda (2003), quello della comunità montana Alto Crotonese (2005). Sono stati per tre anni finalisti del premio: “Il battello a vapore” (1997 – 1998 – 2000).


Massimiliano Zarrilli è direttore esecutivo e docente presso la scuola itinerante di scrittura creativa Officina Paraggi, da lui fondata a Torino con l’idea di sviluppare il talento degli aspiranti scrittori con un approccio nuovo e innovativo, organizzando tour di seminari in giro per l’Italia.

E’ autore del saggio motivazionale “Il meglio di te” (vincitore del premio nazionale “Vivere in positivo”); della commedia teatrale “Povero Amore”, scritta, diretta e interpretata da lui; degli aforismi de “Il grande giorno – Riflessioni in punta di dita” e della raccolta poetica “Cazzeggiando si vive cent’anni”, in uscita nel 2015.

Abile motivatore ed esperto di coaching e formazione, si è occupato per diversi anni di strategie per lo sviluppo di prestazioni ottimali nel settore pubblico e privato. Ha insegnato tecniche di comunicazione aziendale per il business e la vendita, problem solving e negoziazione al management del settore bancario e alle nuove risorse umane di aziende commerciali.

In gioventù ha frequentato l’Istituto Superiore di Cinematografia e Televisione diretto da John Crowter a Roma e si è diplomato al Conservatorio Teatrale diretto da G. B. Diotajuti e A. Pierfederici. Tra le diverse regie e partecipazioni teatrali si ricordano: “Ditegli sempre di sì” di Eduardo De Filippo, “Lìolà” di Pirandello, “Tamburi nella notte” di B. Brecht, con Massimo Ciavarro e la partecipazione al programma televisivo “Futuro – Remoto” andato in onda su Rai 3.